Tu sei qui

Interventi del pubblico nei primi incontri pubblici promossi dal Comitato Consultivo degli utenti

Uno dei temi proposti dagli utenti con forza è quello della qualità e della disponibilità quantitativa dell'acqua potabile:

  • c’è la diffusa percezione che i controlli per verificare la conformità ai limiti di legge dell'acqua, se pur assidui e accurati, non garantiscano da tutti gli inquinanti;
  • c'è preoccupazione per gli inquinanti emergenti, alcuni  eventualmente non compresi fra i parametri normati: “la vicenda PFAS ha lasciato il segno!”;
  • c'è il tema dei pozzi autonomi, meno monitorati dell'acquedotto e causa di consumo poco controllato,  ancora molto diffusi;
  • si sottolinea la necessità di procedere alla bonifica del sito inquinato da cromo esavalente  di Tezze;
  • si evidenzia l’importanza di accelerare sull’attività di riduzione delle perdite di rete;
  • si chiedono delucidazioni sui metodi di disinfezione dell'acqua: cloro o raggi ultravioletti;
  • si chiede una più esaustiva comunicazione dei dati di analisi attraverso il sito istituzionale di ETRA spa.

Sulle questioni sollevate i relatori hanno dato delle risposte, naturalmente nell'ambito della competenze di ETRA SPA, del Consiglio di Bacino e quindi del Comitato utenti (la legislazione nazionale, le bonifiche spettano ad altri soggetti e livelli decisionali).   I relatori, nello spazio lasciato alle domande, hanno presentato il Piano per  la sicurezza dell'acquedotto (strutture, materiali, procedure, protocolli di monitoraggio), il programma di investimenti per ridurre le perdite, l'avvio di un programma di salvaguardia delle fonti da presenze nelle aree di pertinenza di attività  potenzialmente contaminanti.

Le sollecitazioni del pubblico sono state raccolte dal Comitato Utenti, in quanto organo consultivo, come spunto per i futuri approfondimenti, anche se il Comitato degli Utenti si è più volte occupato di qualità/quantità dell'acqua potabile, prendendo in esame situazioni di rischio di inquinamento o di prelievo eccessivo e della necessità di garantire la ricarica delle falde, o di crisi idriche.

Più recentemente ha approfondito il tema del monitoraggio sulla qualità dell'acqua erogata: nell'impossibilità di riassumere efficacemente quanto già trattato, si rinvia alla lettura dei documenti prodotti e reperibile ai seguenti LINK.

verbali e relativi allegati della seduta del 20/6/2019 (vedi  punto 2 all'ordine del giorno),

verbale della seduta del 12/12/2019 (vedi  punto 3 all'odg);

verbale della seduta del 23/1/2020 (vedi  punto 5 dell'odg);


Un forte e importante contributo in tal senso è stato realizzato mediante l’apporto attivo di suggerimenti per la redazione del Bilancio di sostenibilità di ETRA spa che è un documento che in modo chiaro e completo descrive l’attività del Gestore.

Il contributo dei cittadini è sempre prezioso per il lavoro del Comitato per cui si invita a condividere osservazioni o proposte o richieste di chiarimento a comitatoutenti@consigliobacinobrenta.it

 

Tags