Tu sei qui

La Tariffa del Servizio Idrico Integrato

Cos’è
Che cosa copre
Come si applica
L'articolazione tariffaria
Tipologie di utenze
Tariffa vigente

Cos'è

La tariffa costituisce il corrispettivo del Servizio Idrico Integrato.
Il metodo di calcolo, inizialmente predisposto sulla base del DM 1.8.96 (Metodo normalizzato per il calcolo della Tariffa Reale Media del Servizio Idrico Integrato), è attualmente sancito dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI).

L'AEEGSI con Delibera n. 585/2012/R/IDR ha adottato il Metodo Tariffario Transitorio (MTT) per gli anni 2012 e 2013 e con Delibera n. 643/2013/R/IDR ha adottato il Metodo Tariffario Idrico (MTI) per gli anni 2014 e 2015 basato su schemi regolatori.

Sulla base di tali provvedimenti il Consiglio di Bacino Brenta ha predisposto gli atti di competenza e l'Autorità per l'Energia il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha approvato le predisposizioni tariffarie per gli anni 2012, 2013, 2014 e 2015 per il gestore ETRA S.p.A. con provvedimento di Delibera del 16 aprile 2015 n. 173/2015/R/idr.


Che cosa copre

Essendo a tutti gli effetti la fonte dei proventi, la tariffa deve coprire TUTTI i costi:

  • di investimento;
  • di esercizio e manutenzione di reti ed impianti;
  • operativi del Gestore;
  • operativi dell’Autorità d’Ambito ed in parte dell'AEEGSI.

Questo significa che il sistema tariffario deve essere pensato in modo tale che da una parte garantisca l’equilibrio finanziario della gestione del Servizio Idrico Integrato e d’altra sia “sostenibile” dalla popolazione, anche dalle fasce meno abbienti.
Inoltre la tariffa deve essere tale da spingere il gestore a ridurre i costi operativi a vantaggio dello sviluppo e della conservazione del patrimonio impiantistico.


Come si applica

La tariffa di riferimento è costituita ad oggi sulla base di quanto predisposto dall'AEEGSI con Delibera n. 643/2013/R/IDR.


L'articolazione tariffaria

La tariffa è costituita da una parte fissa e da una parte variabile proporzionale al consumo.
È adottata secondo uno schema comune che prevede una articolazione sulla base di:
1. Livello di servizio (solo acquedotto, solo fognatura, servizio completo)
2. Tipo di uso (domestico, agricolo, produttivo, antincendio, grandi utenti)
3. Livello di consumo (diversi livelli tariffari in base ai consumi).

Le fasce tariffarie vengono applicate ripartendo il consumo proporzionalmente ai giorni relativi al periodo fatturato (sistema pro-die). Eventuali differenze sulla ripartizione delle fasce tariffarie saranno conguagliate alla conclusione di ogni anno solare.


Tipologie di utenze
Uso Domestico - residenti: 
  • Utenti con residenza coincidente con l’indirizzo dell’utenza.
  • Vengono classificati come residenti anche gli utenti che pur non essendo residenti dichiarano nella forma dell’autocertificazione al servizio clienti, presentando su  richiesta opportuna documentazione, di essere domiciliati per motivi di lavoro o di studio e per un periodo non inferiore a 180 giorni continuativi presso l’indirizzo dell’utenza in questione. La suddetta dichiarazione ha validità dal 01/01 al 31/12 e dovrà essere riproposta a cura del cliente di anno in anno.
Uso domestico - non residenti:
  • Utenza in indirizzo non coincidente con la residenza.
Uso Agricolo/zootecnico:
  • Utenze relative ad attività agricole o di allevamento ivi compresi caseifici, macelli e industrie agroalimentari. Sono esclusi da detto uso le attività ricettiva, di ristorazione o di vendita al dettaglio.
Uso Grandi Utenti Qualificati:
  • Ospedali, Case di cura, Case di riposo.
Altri usi:
  • Istituti scolastici di qualsiasi ordine e grado (pubblici e privati) purchè destinati a soggetti in età prescolare o scolare o soggetti con disabilità (no ad es. istituti linguistici o servizi formativi).
  • Impianti sportivi comunali o convenzionati con i comuni ;
Uso Produttivo:
  • Tutte le utenze non comprese nelle altre categorie.
Uso Antincendio
  • È un uso potenziale cui viene applicata una quota fissa in base al diametro dell’allacciamento (in pollici). Al fine di scoraggiare usi impropri per dette utenze è imposto l’obbligo di dotarsi del contatore. In caso di consumo estraneo all’emergenza viene applicata la tariffa uso produttivo.
Tariffa per trattamento reflui da spurghi o fosse settiche
  • Il servizio di trattamento dei liquami provenienti dallo spurgo delle fosse settiche viene assicurato da ETRA presso gli impianti dislocati nel territorio. I conferimenti avvengono tramite botti di autospurgo, gli operatori sono professionisti iscritti all'albo gestori.
Tariffa per insediamenti industriali (reflui fognari recapitanti in pubblica fognatura)
  • La tariffa è calcolata secondo le formule previste dal D.P.R. 24/5/77, attraverso l'applicazione di opportuni coefficienti di costo, tenendo conto della qualità e della quantità delle acque reflue scaricate.

Tariffa vigente

Articolazione tariffaria provvisoria 2016 - Estratto BUR 25/2016